Cosa facciamo

 

L’attività principale dei Soccorritori Volontari della FISSA e’ dedicata al Primo Soccorso sulle piste degli Impianti sciistici. La giornata della Squadra dei Soccorritori inizia presto: i Volontari sono presenti presso gli Impianti di Risalita prima della loro apertura al pubblico.
Effettuano il controllo della attrezzatura sanitaria in dotazione:

  • un marsupio per i piccoli interventi (garze, cerotti, compresse disinfettanti, forbice taglia-abiti,ect.)
  • uno zaino con i supporti necessari agli interventi di primo soccorso
  • una borsa con steccobende di varie misure
  • una barella (Akia) per il trasporto a valle degli infortunati
  • una barella a cucchiaio
  • una tavola spinale, comleta di ragno, fermacapi e mentoniere.

Non appena la Squadra e’ operativa, ne dà comunicazione via radio agli impianti; predispone l’attrezzatura sanitaria al punto di raccolta previsto, quindi effettua una prima ricognizione delle piste alla ricerca di punti critici o potenzialmente pericolosi. In caso di chiamata per un intervento di soccorso (solitamente la chiamata arriva dagli Addetti degli Impianti di Risalita), la Squadra avvia la procedura di intervento: uno dei Soccorritori Volontari parte in ricognizione per individuare l’infortunato e definire il tipo di supporti sanitari necessari; ne da quindi comunicazione all’altro componente della squadra che interviene portando tutto cio’ che e’ stato richiesto.
I Soccorritori eseguono l’intervento in attiva collaborazione tra loro e con altre Isitituzioni operanti sulle piste (Carabinieri, Polizia, Corpo Forestale, ect.), utilizzando tutte le conoscenze sanitarie acquisite, nel pieno rispetto dei vigenti protocolli sanitari. Non appena il paziente e’ stato stabilizzato, si effettua il trasporto a valle con l’Akia, a velocita’ moderata e sicura, fino al punto di incontro con l’ALS (ambulanza, eliambulanza, personale medico, ect.) alla quale si affida l’infortunato.
Terminato il suo compito, la Squadra riporta la dotazione sanitaria nel punto di raccolta (generalmente a monte degli Impianti).
La Squadra di Soccorritori rimane a disposizione per tutto il tempo di apertura degli impianti di risalita; dopo il fermo degli impianti a fine giornata, provvede a controllare che tutti gli sciatori abbiano abbandonato le piste, invitando i ritardatari a scendere senza indugi a valle e comunicando comunque l’orario oltre al quale il soccorso non e’ piu’ garantito. I due Soccorritori riportano a valle le attrezzature Sanitarie in dotazione e ne curano il ricovero negli ambienti previsti, pronte per l’utilizzazione futura. Una volta a valle dell’impianto, via radio, comunicano la fine del Servizio di Soccorso in quell’impianto. A questo punto la giornata di Servizio e’ stata completata.